Brigada Internazionale & Daniele Sepe (2008)

Image of Brigada Internazionale & Daniele Sepe (2008)

12.90

Brigada Internazionale & Daniele Sepe

L’orchestra multietnica diretta da Daniele Sepe dà vita così a un manifesto fortemente critico nei confronti della società e della cultura contemporanea. Daniele Sepe dirige in questo progetto un gruppo di diciassette elementi provenienti da Bosnia, Argentina, Svezia, Cuba, Romania, Brasile, Senegal, Algeria e Italia, con sede a Napoli. Nell’intento dei suoi creatori, Brigada internazionale vuole essere una risposta alla diffusione verticale dell’intolleranza, della fobia per il diverso, delle ronde cittadine, degli eserciti in strada. «Una società in cui un oggetto per produrre musica si progetta negli Stati Uniti, si produce (in condizioni ignobili) in Cina e poi viaggia per tutto il pianeta senza limitazioni diventando un oggetto di culto dovrebbe essere una società muta - afferma Sepe - Senza musica e senza gioia. Se le merci possono attraversare i cinque continenti senza problemi mentre uomini, donne e bambini sono costretti tra mille pericoli a scampare fame, ingiustizia e guerra significa che dovremmo per decenza perdere la voce. "Nostra patria è il mondo intero" recitava una vecchia canzone anarchica, ma si sa gli anarchici finivano ghigliottinati, garrotati o in galera, mentre le loro maestà di ieri e di oggi ancora ci guardano dalle loro statue nelle nostre piazze, o sguazzano nelle piscine del Billionaire. Un mondo al contrario. Ma muti non vogliamo stare e a cantare e ballare non devono restare solo questi "birichini". In attesa della grande rivoluzione la Brigada Internazionale porta in giro la meravigliosa musica della gente più povera della terra. E lo fa in allegria. Per dispetto».

Le spese di spedizione in posta prioritaria sono inlcuse!